Generi: Introspettivo
Altri risultati: 39 Serie
Storie

Nient'altro di Uncle Vernon

 Harry e Hermione, abbandonati da Ron, rimangono da soli alla ricerca degli Horcrux. Un catastrofico evento cambierà il loro rapporto e le sorti della storia che tutti noi conosciamo.
*
Una storia di amore e di amicizia in un mondo segnato dall'odio e dalla desolazione, che mantiene sempre vive le caratteristiche di un avvincente e coerente racconto d'avventura.
*
Avvertenze: alcuni capitoli contengono dettagliate descrizioni di atti sessuali.

(3124 parole, pubblicata 15/01/18)

Dal Prologo
"Le ultime luci dell’alba, tremolanti mentre lasciavano posto al giorno, disegnavano pallide ombre azzurrine sulle case quadrate di Little Whinging.
La cittadina, che di solito pullulava di zelanti signore intente alla cura maniacale del proprio giardino e di panciuti impiegati muniti di pompa e idrante per il lavaggio di auto scolorite, era avvolta in un dolce torpore: la si poteva quasi sentir respirare, come il lento e ritmato alzarsi e abbassarsi del petto di un bambino.
Solo il sonnacchioso, ovattato e beatamente felice silenzio."
L'ennesima fanfiction su Harry Potter... O forse no?

(6059 parole, pubblicata 17/11/17)

Hateful di howdigetsofaded

"Improvvisamente, mentre stava per smistare un ragazzino il cui cognome iniziava con la T, si bloccò. In sala era entrato qualcuno. O qualcosa. Sentì non una, ma due voci. Una delle due non credeva di averla mai sentita, era solo il ricordo di un'altra voce. L'altra, però, l'aveva sentita una, due, tre volte. L'aveva sentita quando ancora era acerba, ma lui aveva capito subito che avrebbe portato a grandi imprese, terribili, sì, ma grandi.
L'aveva sentita flebile, senza riconoscerla, dentro un altro.
L'aveva sentita quest'estate, oscura e confusa, dentro all'oggetto che sapeva pensare portato all'interno dello studio del preside.
Per la prima volta, si sentì quasi andare a fuoco. Il bambino sotto di lui si tolse velocemente gridando, davanti a una sbigottita professoressa McGranitt. In quel momento, il silenzio scese nella Sala Grande, e il cappello lo percepì poiché tutti i pensieri erano silenziosamente rivolti a lui. Ma il cappello aveva attenzioni solo per colui che possedeva due voci."

(3049 parole, pubblicata 08/01/18)

Un po' di calore di cerbero2518

Aveva freddo, terribilmente freddo ed era come se quel grande camino fosse spento.
In realtà aveva bisogno di un calore diverso da quello che poteva fornirgli un fuoco ma si vergognava ad ammetterlo.

(786 parole, pubblicata 15/08/17)

Buonanotte bambino mio di cerbero2518

Cosa sarebbe successo se Silente non avesse scoperto Harry davanti allo specchio delle brame la prima sera?

(1233 parole, pubblicata 24/07/17)

Riflessi d'amore di Ida59

Quando un malevolo riverbero sanguigno si trasforma in un ambrato riflesso d’amore, illuminato dal sole…

(3141 parole, pubblicata 10/06/17)

Colazione nel sole di Ida59

Pane tostato, burro e marmellata, zenzero e cannella. Mare e sole, felicità ed amore. Ecco come dimenticare un sorso di caffè nero e amaro.

(3335 parole, pubblicata 02/06/17)

Il luogo dei sogni di Ida59

Ecco come e perché è nato il luogo in cui vivono i nostri sogni, alimentati dall’amore per Severus.

(14795 parole, pubblicata 08/04/17)

Ricordi e rimpianti di Ida59

Un mago scuro in una notte nera, con i suoi ricordi colmi d’ardente passione ed i suoi amari rimpianti.

(1906 parole, pubblicata 05/04/17)

I sogni restano sogni di Padmini

La guerra è finita, ma Harry è tormentato da uno strano sogno che lo sta lentamente facendo impazzire.

-------------------------------

“Ginny … non so cosa farei, senza di te …”
Non pianse, non quella volta. Aveva già versato tante, troppe lacrime, in quel momento aveva solo voglia di sentirsi amato e di dare il suo amore a lei.
“Mi dispiace … sarei dovuto venire io da te, tanto tempo fa, ma ...”
Lei sciolse l'abbraccio per poterlo di nuovo guardare e gli posò un dito sulle labbra.

(4769 parole, pubblicata 10/02/17)

Dal primo all'ultimo di Emilia Zep

La più indomabile tra i fondatori di Hogwarts e la sua lotta per mettere in discussione un ordine sociale quasi impossibile da scardinare...

"E ancor Tassorosso: «Sarà l'uguaglianza
del mio insegnamento la vera sostanza»."
(...)
"e poi Tassorosso i restanti accettava,
si, Helga la buona a sé li chiamava."
cit. Cappello Parlante, quinto anno.

(2816 parole, pubblicata 11/09/16)

Fanie di Emilia Zep

"Cara Lupe,
Spero che il Ministero non ti abbia fermata e che tu sia ben nascosta da qualche parte. Magari sei riuscita a ritrovare gli altri e in questo momento Remedios ti sta raccontando una delle sue storie mentre te ne stai al calduccio dentro la zucca. Se invece non è così, mi raccomando stai bene attenta, non farti prendere per nessuna ragione al mondo e soprattutto non dire mai ad anima viva che hai tredici anni."

(3606 parole, pubblicata 06/08/16)

L'incanto di Oishin di Emilia Zep

Angelina Johnson ed Einin Leaf sono amiche da sempre ma studiano in due scuole di magia diverse. Angelina a Hogwarts, Einin alla Morgaine Le Fay, una scuola che si rifà ad antiche tradizioni celtiche e druidiche. Il loro amico Teddy si è appena trasferito in una nuova città dove integrarsi sembra molto difficile mentre Fionnuala e Mary Jane, alle soglie del diploma, sono alle prese con il loro futuro.

Intanto Remus Lupin è da poco arrivato a Hogwarts, dove non tornava da quando era ragazzo, per ricoprire il ruolo di insegnate di Difesa contro le Arti Oscure, e il confronto con il suo passato si rivelerà tutt'altro che semplice.

Ma a movimentare, intersecare, sconvolgere i destini dei nostri eroi ed eroine interverranno diari misteriosi, ragazzi perseguitati dalla sorte, antiche profezie, leggendari poeti medievali, strani ometti dai cappelli bizzarri e chi più ne ha più ne metta!

(23435 parole, pubblicata 01/12/13)

The wrong eyes di Adhara

Un Sirius incastrato tra il passato e il presente in modo talmente irreparabile da arrivare a confondere le due realtà... Uno sguardo nella sua mente confusa eppure nitida in ogni ricordo 

(368 parole, pubblicata 26/08/16)

Ci sono momenti in cui smarrisci te stesso, quando tutto diventa buio davanti a te e l'unica luce a cui ti puoi affidare è il passato. Ci sono momenti in cui i ricordi affiorano e la Giovinezza è un sorriso sbiadito dal tempo, una parte di te che non ti appartiene più, perchè te l'hanno strappata via. O forse, forse non l'hai mai persa ma l'hai solo nascosta bene in fondo al cuore, a proteggerla, perchè potessi rispolverarla in questi momenti in cui, guardando chi eri, ti ricordi chi sei.

(1133 parole, pubblicata 24/08/16)